Dr. Andrea Bianco

Milano / Verbania
News ed Eventi

FILI DI SOSPENSIONE

La differenza tra mininilifting e lifting è sostanzialmente data dal fatto È un intervento in voga da quattro o cinque anni che consente di effettuare una sorta di lifting senza però praticare incisioni sulla pelle ed è indicato quando si presenta una caduta dei tessuti recuperabile senza dover eliminare degli eccessi di pelle. Questo intervento ha una durata di circa un’ora, si esegue ambulatorialmente in anestesia locale inserendo una serie di fili sotto la pelle attraverso piccolissime incisioni a livello del cuoio capelluto, della regione temporale, della guancia e del collo; i fili sono dotati di una sorta di piccole ancorette che permettono al filo stesso di muoversi in un solo verso, agganciando e tirando la pelle in una sola direzione.
Negli ultimi anni c’è stata una forte evoluzione dei materiali che compongono i fili di sospensione; inizialmente infatti questi non erano riassorbibili e la loro presenza era tattilmente avvertibile sotto la pelle, mentre attualmente vengono prodotti con materiali assorbibili nell’arco di circa sei mesi, consentendo al chirurgo di creare una trazione che resta stabile per qualche anno ed evitando di avvertire quelle fastidiosa sensazione di presenza di corpi estranei sotto la pelle.
L’intervento è indicato nelle persone giovani con un buono strato di grasso sottocutaneo, onde evitare che la presenza delle ancorette possa essere percepita; questa pratica non è da adottare in sostituzione al lifting ma dona comunque dei buoni risultati estetici.